Il Notaio Galliano

Vittorio Galliano, dopo aver conseguito la maturità classica e la laurea in giurisprudenza, viene nominato notaio nel 2004 ed assegnato alla sede di Crescentino.

Nel 2008 viene trasferito nella sede di Novara, sede che occupa tutt’ora.

Lo studio si avvale di uno staff altamente qualificato composto da collaboratori efficienti, scrupolosi e particolarmente disponibili a soddisfare le esigenze dei Clienti.

Lo studio del notaio Vittorio Galliano di Novara si avvale attualmente di cinque collaboratori interni dipendenti, con proprie specifiche competenze, e due collaboratori esterni.

La struttura è in grado di fornire tempestiva risposta a quesiti sia giuridici che fiscali e di far fronte a qualsiasi richiesta in tempi estremamente ridotti, sempre nel pieno rispetto del principio della personalità della prestazione professionale.  Il notaio Vittorio Galliano, infatti, garantisce assistenza costante al lavoro svolto, seguendo personalmente l’istruzione delle pratiche e la stesura degli atti, affrontando le problematiche che di volta in volta di presentano, impostando le pratiche direttamente con i clienti ai quali assicura la propria costante presenza fin dagli incontri preventivi.

Massima attenzione, disponibilità e flessibilità di orario sono quindi offerte per colloqui tra il notaio ed i clienti, finalizzati sia a pianificare le operazioni da compiere sia, più semplicemente, a fornire consulenza e supporto in tutte le materie di competenza. Le sessioni di incontro si svolgono presso lo studio di Novara; il notaio Vittorio Galliano è tuttavia a completa disposizione qualora si renda necessaria la sua attività presso il domicilio dei clienti.

Ciascun collaboratore è comunque in grado di essere in ogni momento punto di riferimento per il Cliente, con cortesia e puntualità.

I NOTAI DICONO NO A CHI #ROTTAMALATUTELA

Questo studio notarile partecipa alla battaglia di civiltà contro il pericoloso disegno di legge che priva il cittadino-consumatore di difesa eliminando il controllo di legalità sugli atti e l’affidabilità dei pubblici registri: una finta liberalizzazione che calpesta secoli di civiltà giuridica a vantaggio di pochi centri di potere. Chiedi al notaio i motivi di tale lotta.