Richiesta Copia Atti

Chiunque, anche se non è parte o non è direttamente interessato all’atto, può richiedere al notaio Vittorio Galliano il rilascio di una o più copie di un atto da lui stipulato od autenticato.
Non occorre fornire alcuna giustificazione o motivazione alla richiesta di una copia di un atto notarile. Ed infatti, in quanto imposto da norme di legge, il rilascio di copie da parte del notaio non è lesivo della riservatezza e, quindi, non sono applicabili i limiti relativi alla tutela dei dati personali.

E’ particolarmente comodo ed utile ricevere una copia autentica digitale. Tale copia sostituisce ad ogni effetto di legge l’originale da cui è tratta, ai sensi dell’art. 23 del D.Lgs. 7 marzo 2005 n. 82, e viene prodotta mediante la generazione di un  file “pdf/A” (che contiene l’immagine dell’atto) al quale il notaio Vittorio Galliano appone la propria firma digitale. Il file generato ha quindi estensione “.pdf.p7m”. Questo file può essere aperto solo previa verifica della firma digitale, operazione che può essere facilmente eseguita utilizzando un servizio online gratuito offerto, per esempio,  da Poste Italiane all’indirizzo web http://postecert.poste.it/verificatore, da  InfoCert all’indirizzo web https://www.firma.infocert.it/utenti/verifica.php, oppure dal Consiglio Nazionale del Notariato all’indirizzo web http://vol.ca.notariato.it/ seguendo queste semplici istruzioni.

Per la richiesta delle copie direttamente allo studio, è disponibile il form sottostante.

 

Le copie potranno essere
rilasciate in:
 Copia semplice via mail (formato pdf) Copia autentica digitale (formato p7m) Copia autentica tradizionale da ritirare presso l’ufficio o da spedire per posta ordinaria
Mese stipula (se disponibile): Anno stipula (se disponibile):

Codice di Sicurezza: captcha

 Autorizzo l'utilizzo dei dati personali ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. n.196/2003

I NOTAI DICONO NO A CHI #ROTTAMALATUTELA

Questo studio notarile partecipa alla battaglia di civiltà contro il pericoloso disegno di legge che priva il cittadino-consumatore di difesa eliminando il controllo di legalità sugli atti e l’affidabilità dei pubblici registri: una finta liberalizzazione che calpesta secoli di civiltà giuridica a vantaggio di pochi centri di potere. Chiedi al notaio i motivi di tale lotta.